|

BATTERE L’INTER PER TORNARE TRA LE GRANDI

BATTERE L'INTER PER TORNARE TRA LE GRANDI,LA LAZIO CERCA IL COLPO CHE MANCA DA 7 ANNI, n campionato la lazio non batte una grande da sette anniIn campionato i biancocelesti non battono una big del Nord dai tempi di Mancini: stasera l’esame per tornare grandi. Un gol di Corradi e uno di Zauri regalarono l’ultimo successo contro i nerazzurri di Vieri. Anche con Juventus e Milan i tre punti non arrivano da tempo Rossi e Ballardini vincenti nelle coppe.

Sono passati sette anni. Lotito non era ancora entra­to nel mondo del calcio. Roberto Mancini era l’allenatore della La­zio, Stankovic sarebbe stato cedu­to all’Inter un mese dopo (in cam­bio di soldi e Pandev) e completa­va un centrocampo ricchissimo di qualità con Fiore, Alber­tini (ora vice­presidente federale) e Liverani.

Stam, Negro, Fernando Couto e Fa­valli forma­vano la linea difensiva. Corradi era il centravanti di una squadra che nella stagione precedente si era piazzata al quarto posto, cen­trando l’ingresso in Champions, e pochi mesi dopo avrebbe conse­gnato in eredità a Lotito una Cop­pa Italia e una qualificazione Ue­fa. Oggi gli stessi risultati verreb­bero celebrati dall’attuale gestio­ne come un trionfo. All’epoca era­no la normalità. Quella sera, il 21 dicembre 2003, la Lazio piegò l’Inter in rimonta allo stadio Olimpico. Vieri porta in vantag­gio i nerazzurri, pareggia Corra­di, segna il gol decisivo a pochi minuti dalla fine Zauri, racco­gliendo l’assist del baby Roberto Delgado, che oggi gioca in Roma­nia. Due settimane prima, la stes­sa Lazio di Mancini aveva piega­to la Juventus per 2-0, ancora con una doppietta firmata da Corradi e Fiore.

COPPE -Un tempo si chiamavano le Grandi del Nord. Sono le tre squadre che hanno vinto più scu­detti e hanno fatto la storia del nostro cal­cio, ovvero Juventus, In­ter e Milan.

Dai tempi del­la squadra di Mancini, la Lazio non è più riuscita a vincere, in partite di campionato, contro una delle tre Grandi. Delio Rossi era riusci­to a vincere la Coppa Italia nel 2009, eliminando il Milan e dando una lezione di calcio alla Juventus di Ranieri nella doppia semifina­le. Ballardini, non si sa come, era riuscito a battere l’Inter di Mou­rinho (ancora senza Sneijder) nel­la finale di Supercoppa, baciata dallo stellone di Pechino. Ma in serie A, come riporta la tabella dei confronti diretti pubblicata a fianco, limpresa alla Lazio man­ca da sette anni. Per trovare un successo di campionato sul Milan bisogna addirittura tornare all’8febbraio 1998, due anni prima dello scudetto di Cragnotti, quan­do Eriksson stava avviando il suo ciclo d’oro.

SVOLTA -Ecco perché l’anticipo di questa sera con l’Inter assume un significato preciso. Viene consi­derata la partita della svolta a Formello. Studia per diventare grande la Lazio di Reja. Proverà a dimostrarlo sul campo giocando alla pari, anzi cercando di mettere sot­to, la squadra di Benitez. E subito dopo, se lo sciopero dei calciatori rientrerà, affronte­rà la Juve in trasferta. Due test per verificare se Hernanes e compagni possono davvero pen­sare allo scudetto. Con Caso e Pa­padopulo, era una Lazio concen­trata sulla salvezza. Rossi sfiorò soltanto l’impresa, si ricorda qualche pareggio, il suo ciclo si chiuse con il piccolo neo di non essere riusciti a battere in cam­pionato una tra Milan, Inter e Ju­ve. Nella stagione passata, neppu­re a pensarci. Ora Reja vuole pro­vare a ribaltare la storia. Battere l’Inter significherebbe poter pen­sare davvero che la Lazio sia tor­nata tra le grandi del campionato.

Fonte: Corriere dello Sport

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=4663

Posted by on Dic 3 2010. Filed under Campionato, Curiosità, News Lazio, Stagione. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...